Nicma Informatica

BANDO SIMEST – TRANSIZIONE DIGITALE ED ECOLOGICA

La misura proposta prevede un finanziamento a tasso ridotto, il cui tasso sarà stabilito al momento della presentazione della domanda. In aggiunta, le imprese beneficiarie hanno la possibilità di ottenere un contributo a fondo perduto fino al 10%, con un limite di 100.000 euro.

Il finanziamento ha una durata totale di 6 anni, inclusi 2 anni di pre-ammortamento, con il pagamento suddiviso in 8 rate semestrali. La valutazione delle garanzie sarà realizzata in base alle classi di scoring del Mediocredito Centrale.

Il contributo a fondo perduto è riservato alle imprese che rispettano almeno uno dei seguenti requisiti:

  • Localizzazione nel Sud Italia
  • Interessi diretti nei Balcani occidentali
  • Imprese a prevalenza femminile e giovanile
  • Una media di fatturato export superiore al 20%
  • In possesso di certificazioni ambientali/sostenibilità o qualifica di PMI innovative

L’importo massimo dell’intervento agevolativo è determinato dal minore tra il 35% dei ricavi medi degli ultimi 2 bilanci e specifici limiti finanziari per le diverse tipologie di imprese.

Possono fare domanda per l’incentivo le Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI) e le grandi imprese del territorio nazionale, attive e registrate nel registro delle imprese, con almeno 2 bilanci depositati e un fatturato export pari almeno al 10% dell’ultimo bilancio. Settori esclusi sono il bancario, finanziario, assicurativo, l’agricoltura, silvicoltura, pesca e specifici casi delle attività manifatturiere.

L’investimento minimo richiesto è di 10.000 €. Gli investimenti ammissibili riguardano l’innovazione digitale e/o la transizione ecologica, con almeno il 50% dell’intervento dedicato a tali finalità, contribuendo al rafforzamento patrimoniale delle imprese per migliorarne la competitività sui mercati internazionali.

Le spese ammissibili includono investimenti per la transizione digitale (sviluppo dei processi aziendali, modelli organizzativi e gestionali digitali, attrezzature tecnologiche, programmi informatici, consulenze digitali, blockchain) e la transizione ecologica (efficienza energetica, idrica, mitigazione impatti climatici), nonché consulenze professionali per conformità normativa ambientale e gestione della richiesta di incentivo.

L’erogazione avverrà in massimo 3 tranche sul Conto Corrente dedicato dell’Impresa, consentendo la presentazione di più richieste di finanziamento.

Le risorse sono limitate e saranno valutate seguendo un ordine cronologico partendo dal regime de Minimis.

Iscriviti alla newsletter