Nicma Informatica
Ransomware

Come neutralizzare un ransomware in pochi minuti

Ransomware: la minaccia numero uno per le aziende.

Il caso di Wanna Cry ha aperto gli occhi sul mondo dei ransomware, virus in grado di prendere in ostaggio un intero sistema aziendale minacciando di distruggere tutti i dati al suo interno se non viene pagato un riscatto in tempo utile.

Oggi gli analisti considerano il ransomware come la principale minaccia informatica che può colpire un’azienda, in quanto strumento utilizzato per attacchi hacker nel 39% dei casi. A favorirlo sono soprattutto le classiche cattive abitudini da parte degli utenti, come aprire allegati provenienti da mail sospette unita dalla sconcertante diffusione di un malcelato senso di sicurezza che porta a credere che il proprio sistema informatico sia al sicuro. Il 92% degli italiani è convinto di essere immune da attacchi informatici e questo mentre sono stimati nel nostro paese più di tre milioni di ransomware operativi.

In un’azienda basta un solo punto infetto per costringere l’azienda a mettere in quarantena l’intero sistema. Una situazione che per un’azienda può rilevarsi drammatica. Per una piccola-media impresa su cinque infatti un attacco ransomware si conclude con una perdita totale di tutti i dati. Una prospettiva tanto grave da poter portare alla chiusura dell’intera attività.

Anche recuperando i dati c’è tuttavia un ulteriore aspetto molto pericoloso per un’azienda colpita da ransomware. Il tempo richiesto per eliminare l’infezione dai propri sistemi spesso richiede diverse ore, a volte anche un’intera giornata, soprattutto se è necessario un intervento dall’esterno. Quel lasso di tempo in cui l’impresa non lavora, o lavora in modo zoppa, può costare, in base alle dimensioni delle attività, da decine di migliaia a milioni di euro. Un costo, quello generato da un blocco dei sistemi, invisibile ma non per questo meno grave.

La richiesta: ripristinare un sistema infetto in pochi minuti e in qualunque momento.

Un nostro cliente che lavora con produzione a ciclo continuo 24 ore su 24 in serie ci ha chiesto di trovare un modo per avere la garanzia di poter tornare operativi in caso di attacco ransomware nel giro di pochi minuti. Producendo a ciclo continuo in maniera automatizzata infatti un eventuale blocco prolungato dei sistemi informatici comporterebbe gravissime perdite di fatturato.

Poiché la produzione è operativa anche di notte il nostro cliente ha sottolineato l’importanza che le procedure di ripristino possano essere gestite internamente in piena autonomia, senza dover attendere supporto da parte di uno specialista di sistemi IT.

Vuoi sapere come Nicma ha dimostrato al cliente che è possibile rimuovere WannaCry in pochi minuti in maniera facile e in completa?

Scarica ora il White Paper su questo Case Study.

 

 

 

Emergenza Ransomware

Iscriviti alla newsletter





Vuoi sapere di più sui nostri servizi?

Scarica ora la nostra brochure di presentazione