Oggi è il Mobilegeddon di Google. In Italia quasi nessuno è pronto al nuovo algoritmo per il mobile.

Nel precedente articolo vi avevamo avvisato dell’algoritmo messo in piedi da Google per valorizzare i siti web mobile friendly ai danni di quelli che hanno solo la versione desktop, e dunque sul cellulare perde in rapidità di caricamento e usabilità. La data è oggi, il 21 aprile. Gli esperti di seo, ovvero quell’insieme di tecniche per migliorare la visibilità dei siti sui motori di ricerca, la chiamano Mobilegeddon. Google ha messo a disposizione un tool, a questo indirizzo, per vedere se un sito è pronto o no per il mobile, e se dunque deve preoccuparsi o meno dal nuovo algoritmo. Si verifica facilmente che i siti che dovranno correre ai ripari non sono pochi. Si stima che il 67% non supera il test. Un esempio eclatante è quello di Governo.it, i sito del governo italiano, il quale risulta non essere adeguato perché «il testo è troppo piccolo da leggere, i link sono troppo vicini l’uno da l’altro e l’area visibile su dispositivi mobili non è impostata». Non resta che adeguarsi ai requirements della casa di Montain View per restare nelle prime pagine del motore di ricerca e non perdere la visibilità online.

Published in Blog
Google preferisce i web site Mobile Friendly

La percentuale di italiani che utilizzano uno smartphone o un tablet per navigare cresce a vista d’occhio, e le ricerche su Google da mobile ormai fanno parte della vita quotidiana di molti di noi. Non tutti i siti web però sono pronti per questo tipo di navigazione. A tal proposito Google si appresta a premiare i siti web “mobile friendly” e variare i criteri di indicizzazione nelle SERP (pagine dei risultati), introducendo una revisione del proprio algoritmo. Google ha infatti annunciato che dal prossimo 21 aprile i suoi algoritmi verranno adattati per favorire i siti “mobile friendly”. Cosa significa questo? Semplice che se avete un sito non ottimizzato per smartphone o tablet è ora di correre ai ripari visto che ben presto il ranking del vostro sito sarà destinato a peggiorare almeno per quanto riguarda i risultati delle ricerche effettuate da dispositivi mobile. Alcuni fattori che rendono un sito “mobile friendly” sono: testo leggibile senza dover zoomare, link a prova di touchscreen e facili da cliccare, possibilità di navigare senza gesti innaturali. L’obiettivo è quello di fornire agli utenti i risultati migliori in relazioni alle loro ricerche, assicurando che le pagine trovate vengano visualizzate in modo corretto sul dispositivo usato, indipendentemente dalla tipologia o dalla dimensione dello schermo. Se non sei sicuro che il tuo sito o blog sia pronto per la navigazione mobile puoi fare un test utilizzando lo strumento messo a disposizione dal gruppo di Mountain View:

Fai il test Google e verifica se il tuo sito è pronto

 

 

Published in Blog