photo blog
L’INDUSTRIA 4.0: ECCO GLI INCENTIVI DELLO STATO ITALIANO

Dopo le prime due proroghe, la Legge di Bilancio 2017 ha esteso fino al 31.12.2017 la possibilità di usufruire del super e dell’iper ammortamento. Se entro la medesima data, l’ordine del bene in questione risulta accettato dal venditore e sono stati effettuati pagamenti di acconti per almeno il 20% del costo di acquisizione del bene, il termine viene allungato fino al 31.07.2018. La circolare n. 4/E del 30 marzo 2017, redatta congiuntamente dall’Agenzia delle Entrate e dal Ministero dello Sviluppo Economico, fornisce nel dettaglio, informazioni relative alle nuove agevolazioni della Legge di Bilancio 2017. Tali agevolazioni sono un grande incentivo per la modernizzazione e digitalizzazione delle imprese. Siamo arrivati in quella che viene definita la quarta rivoluzione industriale ed è molto importante per le imprese stare al passo con i tempi e soprattutto con le nuove tecnologie.

Il super ammortamento è una maggiorazione del costo fiscale del 40% dei beni materiali nuovi strumentali. Tale maggiorazione può essere portata in bilancio in deduzione del reddito tramite una variazione in diminuzione. Il super ammortamento esiste già dal 2015, è stato semplicemente prorogato.
È una grande novità, invece, l’iper ammortamento. Si tratta di una maxi maggiorazione del 150% per tutti quei beni e macchine intelligenti acquistati con lo scopo di trasformare l’azienda in chiave tecnologica e digitale 4.0. L’elenco completo è fornito nell’allegato A della circolare dell’Agenzia delle entrate. Infatti i beni ammortizzabili al 150% devono, oltre che essere entrati in funzione, essere interconnessi al sistema aziendale di gestione della produzione o alla rete di fornitura. Inoltre, per chi usufruisce dell’iper ammortamento, è possibile applicare un super ammortamento del 40% sui beni immateriali elencati nell’allegato B della circolare.

Questa è una tabella molto interessante presa dal sito del Ministero dello Sviluppo Economico che illustra, in modo molto semplice e chiaro, il netto risparmio d’imposta che può avere un titolare d’impresa usufruendo di queste agevolazioni fiscali. I calcoli sono effettuati prendendo in considerazione un bene dal costo di 1.000.000 di euro.

 

 

Clicca qui per la Circolare n. 4/E del 30 marzo 2017 (sito Agenzia delle Entrate) 


Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.